Un silenzio così forte che lo sentono tutti.

Qui, dove l’aria è così fine da non sentire neppure il bisogno di respirare, nascono dei vini con un gusto che toglie la parola. Grazie anche al microclima caratterizzato da una ventilazione regolare che in tutte le stagioni diminuisce i rischi di malattie e muffe, e permette alla pianta una migliore ripresa vegetativa in primavera.

Nel silenzio collinare, sentirete battere solo un forte cuore romagnolo nelle barriques e nei tonneaux. Poi, nei vostri bicchieri scenderà un vino semplice ma nitido all’olfatto come un fiore.

Guardate fin dove l’occhio si perde e fermatevi ad ascoltare il vostro respiro; probabilmente sarà l’unico rumore che vi accompagnerà nella visita della Tenuta Montecatone, un’azienda agricola situata su un terreno collinare a 280 metri sul livello del mare, dalle caratteristiche molto particolari: ghiaioso a medio impasto. Grazie alla vena di ghiaia che attraversa i vigneti, essi sono drenati costantemente evitando asfissie radicali.

55 ettari vitati a Sangiovese, Albana, Cabernet Sauvignon e Pignoletto. Vigneti accuditi quotidianamente con amore e passione, in cui è bandito l’uso della chimica, in cui si utilizza l’agricoltura integrata e dove alcuni vigneti sono sottoposti a diradamento esasperato per ottenere vini di grande struttura atti a sopportare medio e lungo invecchiamento. Vigneti giovani e vigorosi, rinnovati negli ultimi 20 anni utilizzando le tecniche più recenti, spinti più dal desiderio di rivitalizzare il territorio che da ragioni economiche.

Per poter raggiungere gli standard qualitativi più elevati e bandire la chimica nella coltivazione delle nostre viti, ci avvaliamo del supporto di equipaggiamenti tecnologici di ultima generazione.

Ad esempio, monitoriamo i filari anche con una speciale centralina meteo, dotata di piccole unità wireless disposte lungo i filari e provviste di potenti sensori. Grazie a questo equipaggiamento, siamo in grado di registrare in ogni punto i parametri più importanti (temperatura, umidità ecc..) e monitorare lo stadio di sviluppo della vite e l’eventuale sviluppo di patogeni indesiderati. Questo ci permette di utilizzare le tecniche di lotta integrata in modo mirato, riducendo i costi. Il risultato è un vino di qualità ancora maggiore ottenuto con tecniche ancora più sostenibili.